Costanza Rossi Ichino ci ha lasciato

costanza

Costanza Rossi Ichino ci ha lasciato. Per oltre venti anni è stata Responsabile della Redazione della Rivista Italiana di Diritto del Lavoro, costante punto di riferimento per tutti i collaboratori della Rivista, disseminati in tutta Italia, e per gli allievi di Giuseppe Pera, soprattutto i più giovani che si rapportavano a lei e a Pietro Ichino con lo stesso timore reverenziale che avevano nei rapporti con il Maestro. Costanza, sempre disponibile e collaborativa, con tratto gentile e parole semplici, con il passare del tempo anche con tono colloquiale, metteva tutti a loro agio e cercava, talvolta anche con grande difficoltà ,di correggere i nostri testi, non solo per errori banali, per uniformarli ai criteri redazionali e alle indicazioni della Direzione. Donna di cultura, è stata per molti anni Ricercatrice di Storia Moderna nell’Università di Bergamo – Pera ci diceva sempre che si era dimessa per dedicarsi completamente alla Rivista, consapevole dell’impegno continuativo speso in tanti anni nei quali la Ridl si è sviluppata ed è cresciuta, sino a diventare una Rivista di primo piano nel panorama non solo italiano. E nel 2001, al momento del commiato da Direttore, nei suoi ringraziamenti uno particolare è proprio per Costanza Rossi. Gliene siamo davvero grati e la ricorderemo sempre con grande affetto. Ciao Costanza, vogliamo ricordarti così, bella e sorridente come sei sempre stata, nonostante la malattia implacabile e ingenerosa che ti ha colpito.